Da Whirlpool Supreme Clean, il ciclo di lavaggio perfetto

Fra i colossi mondiali dell’elettrodomestico, Whirlpool è riconosciuta come un’azienda all’avanguardia nella ricerca per il massimo rendimento energetico e per il basso impatto ambientale, sia a livello produttivo che dal punto di vista dell’utilizzo e del successivo smaltimento degli apparecchi.

Alcune soluzioni che troviamo oggi proposte negli apparecchi Whirlpool di serie sono state sperimentate dall’azienda nel suo progetto aperto di cucina ecosostenibile, una cucina laboratorio più volte presentata nelle manifestazioni di settore e oggetto di continui studi, affinamenti e novità.

E’ il caso della nuova serie di lavastoviglie “SupremeClean”, appartenenti alla serie 6th Sense, che introduce il ciclo di lavaggio perfetto: un’ora di tempo per stoviglie perfette e asciutte, con un risparmio di acqua fino al 50% e di energia fino al 30% rispetto a lavastoviglie appartenenti alla classe A+++.

Queste prestazioni sono state rese possibili anche grazie ad una serie di tecnologie studiate per anni da Whirlpool, come il sistema di riciclo dell’acqua che permette di consumarne solo 6lt per l’intero ciclo di lavaggio, oppure il sistema di lavaggio e asciugatura Power Dry, con asciugatura perfetta anche su bicchieri in cristallo e stoviglie in plastica.

Il livello di rumore di soli 41 dB, è una caratteristica che non solo limita il cosidetto inquinamento acustico, ma rappresenta un ulteriore elemento di risparmi, vista la possibilità di utilizzare la lavastoviglia anche in orari a tariffario ridotto.

Un’altra importante novità riguarda i modelli Power Clean Pro, grazie ad uno speciale sistema di diffusione dei getti posteriori, si ha il 30% di spazio in più a disposizione per le stoviglie. Anche questo elemento rappresenta un risparmio energetico e di tempo, visto che sarà possibile lavare lo stesso quantitativo di stoviglie con un numero di cicli di lavaggio minore.